Articoli

Gli stereotipi sono un’immagine mentale semplificata al massimo, riguardante una categoria di persone o un evento, che viene condivisa nei suoi tratti essenziali da grandi masse di persone.

Gli stereotipi si accompagnano comunemente al pregiudizio, cioè ad una predisposizione favorevole o sfavorevole verso tutti i membri della categoria in questione.

(O.Stallybrass “Fontana Dictionary of Modern Thought”, 1977)

 Il termine “omofobia” è stato coniato nel 1972, con questo ci si riferisce ai pregiudizi e alle discriminazioni che una persona gay e lesbica si trova ogni giorno a dover affrontare all’interno della propria famiglia, nella vita sociale, nell’ambito lavorativo e scolastico.

Questa espressione è nata per indicare la paura irrazionale, l’odio, l’intolleranza della società eterosessista nei confronti di uomini e donne omosessuali; il suo significato si è poi esteso sino ad includere anche aspetti socioculturali, intendendo l’omofobia come “un sistema di credenze e stereotipi che mantiene giustificabile e plausibile la discriminazione sulla base dell’orientamento sessuale”.

La qualità della nostra attenzione incide fortemente sul funzionamento della memoria, molto spesso infatti le nostre dimenticanze sono causate dal fatto che non abbiamo prestato la giusta attenzione a qualcosa, impedendo quindi a questo "qualcosa" di diventare effettivamente un ricordo stabile e organizzato, quindi facilmente reperibile dalla nostra memoria.

Il processo di elaborazione delle informazioni, infatti, è estremamente flessibile, cioè sceglie di volta in volta quale informazione elaborare e come elaborarla e questa possibilità di selezionare il materiale informativo avviene proprio in base a meccanismi di tipo attentivo.

La parola leader deriva dal verbo inglese to lead, che significa guidare, condurre, dirigere. Il leader è colui che sa guidare un gruppo di persone (che vengono definite followers, cioè coloro che seguono); è colui che conduce la squadra al raggiungimento degli obiettivi; è leader colui che non ha dubbi sugli obiettivi da raggiungere e lavora con gli altri per perseguirli.

Può essere leader il capo di una divisione in azienda, può essere leader un poliziotto che assume il comando della situazione in un’emergenza, è leader colui che decide cosa fare e come farlo, è leader il bambino che stabilisce le regole di un gioco.

Leader, quindi, non è un concetto legato al ruolo della persona, ma un concetto legato a quello che si fa e, soprattutto, a come lo si fa.

Ecco perché oggi il termine leader non è adottato solo in management, ma in qualunque campo della nostra vita e, in qualsiasi applicazione, i leader hanno sempre gli stessi caratteri distintivi.

Argomento centrale del film è non tanto l’episodio del lutto e della morte come evento, quanto tutto ciò  che ne consegue. Scorrono, infatti, parallele due storie principali di distacco e separazione: il tentativo di separazione coniugale tra Margherita Buy e Stefano Accorsi e la separazione degli amici e del compagno di Luca Argentero, in coma in ospedale.

Possiamo, infatti, vedere come tema principale l’elaborazione del lutto, intesa come inizio di elaborazione di un possibile quanto imminente distacco fisico ed emotivo da una persona amata, prima della fine vera e propria del legame concreto: il coma di Argentero che non è ancora morte e il tradimento e l’uscita di casa di Accorsi, che non è ancora la separazione definitiva dalla moglie.

In queste due fasi, tutte le persone legate ai protagonisti si ritrovano alle prese con la loro personale elaborazione del lutto, ognuno con le modalità che gli appartengono  e che il regista sa sottolineare con grande precisione, mostrandoci i vissuti emotivi  caratteristici dei vari personaggi.

Per mantenere in forma la nostra memoria sappiamo bene che non esistono formule magiche o rimedi miracolosi, solo il nostro impegno e la nostra volonta’ nel prenderci cura  di essa e nell’allenarla sono gli ingredienti fondamentali. 

La memoria e’ parte integrante di un tutto: il nostro organismo, inteso come unita’ mente e corpo; per mantenerla in forma dobbiamo quindi prenderci cura di noi stessi e del nostro benessere sotto tutti i punti di vista, senza trascurare alcun aspetto.

L’alimentazione e’,  in ogni fase della nostra esistenza,  una parte fondamentale di un corretto e sano stile di vita.

Quali sono gli alimenti utili  per la memoria?

Ecco alcuni alimenti che sono alleati fondamentali per il buon funzionamento della nostra memoria:                                                                                                                                                  

Joomla templates by a4joomla