Se chiedessimo ad un bambino "Cosa vuoi fare da grande?" sicuramente ci risponderebbe: il poliziotto, il pompiere, il medico, la ballerina, la scienziata, ma  l'ideale sarebbe che ci rispondesse anche: "VOGLIO ESSERE FELICE!". Dunque, cosa significa esattamente "essere felice"? E davvero la felicità può essere una scelta?
Essere felice non significa trovare il compagno o la compagna ideale, fare il lavoro ideale, avere lo stipendio ideale                                                                                                             
Infatti, se ci guardiamo intorno, capita di vedere persone che "hanno tutto", ma sono infelici.
Essere felici, in modo autentico, significa: 
  • essere contenti di ciò che si ha 
  • avere fiducia in se stessi
  • affrontare con ottimismo e speranza  problemi e difficoltà
  • saper gestire le frustrazioni                                                                                       
  • avere una buona autostima
  • prendere la vita con positività
La felicità non è essere contenti se le cose vanno come vogliamo, o perlomeno non solo, ma è il modo in cui DECIDIAMO di reagire a ciò che accade.
La felicità non è e non deve essere una META: sarò felice quando otterrò il lavoro dei miei sogni, sarò felice quando dimagrirò, sarò felice quando raggiungerò...ecc.

La felicità è  il MODO in cui percorriamo il sentiero della vita, essere felice è una DECISIONE, è l'atteggiamento con cui affrontiamo la quotidianità, con una MENTALITA' e delle ABITUDINI POSITIVE.

POSITIVI SI NASCE O SI DIVENTA?
Così come impariamo molte cose durante la nostra vita, allo stesso modo possiamo e dobbiamo imparare ad essere positivi. Quando lungo il sentiero inciamperemo inevitabilmente su delle pietre, sapremo spostarle o scavalcarle, persino farle sparire, invece di lamentarci e bloccarci.

 Davanti a qualunque problema possiamo adottare due atteggiamenti diversi e decidere tra:
1) lamentarci e/o dare la colpa agli altri 
2) affrontare la difficoltà

La prima opzione è la più facile, ma non ci darà la felicità perché ci farà comportare come vittime: passivi in attesa di una bacchetta magica che cambi la realtà esterna.
La seconda invece è l'unica che ci spinge a cercare una SOLUZIONE, un' ALTERNATIVA o un AIUTO, è la strada che porta al cambiamento e al miglioramento.
Solo se affrontiamo i problemi impareremo davvero a risolverli, prendendo in mano le redini della nostra vita.
Essere contenti quando va tutto bene non ci costa fatica nè dipende da noi, mentre imparare ad affrontare il problema per cercare una soluzione sì, è nostra responsabilità.

Se vuoi imparare ad essere felice, prenota la tua consulenzaDr.ssa Caterina Serena

Segui i miei articoli su Facebook: https://www.facebook.com/caterina.serena.7
Joomla templates by a4joomla